Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

Anche quest’anno, la LILT presenta la XX edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, campagna di sensibilizzazione, istituita con decreto dell’allora Presidente del Consiglio, volta a diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di adottare un corretto stile di vita per tenere lontano il cancro.

Volti della campagna 2021, Davide Oldani, chef e inventore della cucina POP, una cucina basata sulla semplicità e su materie prime di qualità, esempio di uno stile alimentare gustoso ma soprattutto salubre, e Demetrio Albertini, una vita consacrata allo sport, per lavoro e per passione, dirigente sportivo e, prima, campione indimenticabile ovunque nel mondo sul campo da calcio. Due eccellenze che si fanno portavoce di queste semplici ma preziosissime regole: alimentarsi correttamente, praticare attività sportiva, dire no al fumo, limitare l’alcol, esporsi al sole con moderazione e sottoporsi a controlli clinico-sanitari periodici. Questo il messaggio che porta con sé la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, il cui simbolo da sempre, non a caso, è l’olio extra vergine di oliva, re della dieta mediterranea e amico della nostra salute.

In questo momento così difficile per tutto il sistema sanitario, LILT continua a rimanere al fianco di chi lotta contro il cancro e ad impegnarsi quotidianamente per diffondere la cultura della prevenzione come prima arma per tenere lontana la malattia. 

Tanti consigli di prevenzione su www.prevenireconlalilt.it  e numero gratuito di supporto SOS LILT sempre attivo all’800 998877 (lun-ven dalle 10:00 alle 15:00): voci di esperti potranno supportare e indirizzare chi chiama in cerca di aiuto per smettere di fumare, assistere un famigliare malato, conoscere i propri diritti come paziente, ricevere informazioni su come adottare uno stile di vita più salutare o individuare l’ambulatorio LILT più vicino. 

Opuscolo SNPO 2021 Opuscolo SNPO 2021 [14.783 Kb]

Intervista a Demetrio Albertini (Dirigente sportivo ed ex-calciatore)

Intervista a Demetrio Albertini (Dirigente sportivo ed ex-calciatore) - Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

Quanto è importante il movimento per stare bene?
Il movimento è fondamentale, una priorità che dobbiamo tenere sempre presente. Fare sport è la cosa migliore ma anche la sola attività motoria ci aiuta e deve far parte del nostro quotidiano perché contribuisce al nostro benessere, alla nostra salute e all'ambiente.

Come trasmetti la passione per l’attività fisica ai tuoi figli?
La prima cosa è parlarne insieme, quindi metterli poi nelle migliori condizioni affinché si creino i presupposti perché possano coltivare la loro personale passione per lo sport. I miei figli, ad esempio, hanno praticato tanti sport differenti per poi scegliere soltanto da adolescenti quello che davvero più gli piaceva.

Descrivi in una parola il tuo rapporto con lo sport
Lo sport per me è condivisione. Non a caso ho scelto uno sport di squadra in cui c'è una vera e propria condivisione dei valori, degli obiettivi, del percorso e dello stato d'animo in ogni aspetto e in ogni situazione. 

Intervista a Davide Oldani (Chef)

Intervista a Davide Oldani (Chef) - Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

Come smentire il preconcetto “cibo sano = piatti noiosi e insipidi”?
Cioè, come si conciliano gola e salute?
Con l’equilibrio. Penso che nell’approcciare il cibo sia importante concedersi tutto con moderazione, privilegiare gli alimenti di qualità senza eccedere nella quantità ma soprattutto portare avanti questi principi con costanza.

Come trasmetti a tua figlia i principi per una sana nutrizione?
Io e la mia compagna non le vietiamo nessun cibo, al contrario, cerchiamo di proporle di tutto in quantità adeguate alla sua età. Concediamo tranquillamente, ovviamente senzaesagerare, anche il pezzetto di cioccolato o la caramella. Per i dolci, così come per tutti gli altri alimenti, è fondamentale l’attenzione alla qualità e alle preparazioni.

Descrivi in una parola il tuo rapporto con il cibo
In una parola? Vita.

Come aiutare la LILT Sezione di Pesaro e Urbino

Sostieni anche tu le iniziative che la LILT - Sezione di Pesaro e Urbino - ONLUS svolge per la lotta contro i tumori. Aiutaci a svolgere attività di prevenzione nelle scuole, assistenza domiciliare, assistenza psicologica, ricerca scientifica e tante altre attività di carattere sociale.

-) Diventa socio: socio ordinario 10,00 euro; socio sostenitore 100,00 euro.

-) Donazioni libere: fai una donazione in denaro effettuando un versamento sul conto corrente postale 14009617 con bollettino postale intestato alla LILT - Associazione Provinciale di Pesaro e Urbino - ONLUS oppure fai un bonifico sul conto corrente bancario della LILT acceso presso l'isituto bancario Unicredit Banca Spa - Filiale Pesaro C.so XI Settembre 156 - Coordinate IBAN: IT 40 C 02008 13308 000004998413.

Ricorda che la LILT - Associazione Provinciale di Pesaro e Urbino è una ONLUS e quindi la donazione che farai potrà essere detratta nella tua prossima dichiarazione dei redditi.

-) Lasciti: inserire un lascito a favore della LILT Associazione Provinciale di Pesaro e Urbino nelle vostre volontà è un gesto di grande solidarieta. Contattaci per informazioni.

-) Firma per il 5 per mille: firma per il 5 per mille nella tua prossima dichiarazione dei redditi indicando, tra le preferenze, il codice fiscale 92023060418. Utilizzeremo la tua donazione per svolgere tutte le attività istituzionali che la LILT si prefigge di portare avanti e ogni anno potrai controllare i progressi e le iniziative che avremo effettuato. Aiutaci ad aiutare!

Prevenire è vivere

Prevenire è vivere - Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

Vai nella sezione "Prevenzione" del nostro sito e troverai tutte le attività che la LILT - Sezione di Pesaro e Urbino - ONLUS svolge a carattere locale ma in concomitanza e con la collaborazione della sede centrale.

Mettiti anche tu a disposizione della LILT come volontario ed invia le tue idee o le tue proposte per cercare di migliorare il servizio di prevenzione e di assistenza che eroghiamo nella provincia di Pesaro e Urbino. Scrivici una mail entrando nella sezione "Contatti" del nostro sito.

 

Diventa volontario LILT dai valore al tuo tempo

COSA FA UN VOLONTARIO LILT
Dall'assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all'organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico.
TANTI MODI DI ESSERE VOLONTARIO
Assistenza:
"stare accanto", affiancare il malato e la sua famiglia a domicilio, in ospedale e nel trasporto per le terapie, sostenendolo in tutte le necssità sia per gli aspetti pratici sia per gli aspetti psico-sociali che la malattia comporta.
Prevenzione e diagnosi precoce:
accogliere quanti si recano presso gli ambulatori e le sedi LILT, fornire informazioni orientandoli ai servizi di prevenzione offerti.
Sensibilizzazione e raccolta fondi:
divulgare materiale informativo, promuovere la LILT presso le Istituzioni, attuare interventi di sensibilizzazione per la diffusione della cultura della prevenzione presso scuole e aziende, collaborare nell'organizzazione di eventi per la raccolta fondi, allestire e presiedere gli stand LILT.

Links utili

Links utili - Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

LILT sede centrale

Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

Ass. Prov. di Pesaro e Urbino

A.O. "Ospedali Riuniti Marche Nord", Pesaro